Società

Pubblicato: 16 novembre, 2016 | by Lara Zavatteri

Occidente senza utopie di Massimo Cacciari e Paolo Prodi

Occidente senza utopie è il libro degli autori Massimo Cacciari, filosofo e lo storico Paolo Prodi, che analizzano il mondo di oggi attraverso due concetti, ovvero profezia e utopia.

Occidente senza utopie: la trama

Per quanto riguarda la prima, la profezia è stato il cardine su cui si è basata la costruzione della democrazia e della libertà della società, ma il profeta, come figura, nel corso della Storia non dura molto. Si passa infatti dalla possibilità di separare potere politico e religioso, come per quanto riguarda Roma, dove una cosa è ciò che è della Chiesa, un’altra quella che è di Cesare, alla figura di un profeta che viene completamente stravolta nel Medioevo.

Massimo Cacciari

In Occidente senza utopie si spiega come e il profeta in quell’epoca viene visto come una sorta di eretico, da bandire, da tenere ai margini della società, fino ad arrivare alla figura del predicatore Savonarola e al Settecento, quando il profeta viene inteso ancora diversamente. Alla fine di quel secolo infatti profeta viene visto sia colui che può avere un contatto diretto, privilegiato con il sacro e Dio sia colui che attua qualcosa di rivoluzionario fino ai giorni nostri dove non esiste più alcun impeto profetico.

Il secondo concetto è invece quello di utopia, analizzato a partire dalle idee di filosofi e pensatori antichi come la Città del Sole di Tommaso Campanella, l’Utopia di Moro, la Nuova Atlantide di Bacone, per fare alcuni esempi. Un’utopia che prevede l’assenza di conflitti grazie a tolleranza delle religioni, una buona organizzazione di tipo economico e l’importanza assegnata al sapere, alla cultura. Ma proprio la volontà di vivere senza conflitti rende impossibile la concretizzazione dell’utopia, basti pensare ai molti conflitti e alle crisi di vario genere (finanziaria, politica) che hanno riguardato e riguardano l’Europa.

La profezia viene descritta attraverso vari concetti, la chiesa come profezia istituzionalizzata, le due Europa ovvero l’ortodossia orientale e il cattolicesimo occidentale, la teologia religiosa e la teologia politica. L’utopia viene raccontata passando per i grandi pensatori di un tempo, fino ad arrivare al fenomeno utopia del mondo odierno. Anche se profezia e utopia sembrano non trovare più spazio nell’Occidente di oggi, resta la speranza nel dividere da un lato l’aspetto politico e dall’altro attendere il divino, se c’è, per chi crede.

Occidente senza utopie è un libro che, partendo dalla Storia di ieri, analizza l’Occidente di oggi, con un’Europa e in generale appunto un Occidente in crisi, cercando di approfondire questo stato di cose appunto attraverso i due concetti esposti. Un libro per capire la società di ieri, di oggi e magari, anche di domani.

Condividi:
Occidente senza utopie di Massimo Cacciari e Paolo Prodi Lara Zavatteri

Recensione

Voto LibriPdf:

4


Voto Utenti:: 0 (0 voti)

Tags: , ,


La recensione è stata curata da:

Lara Zavatteri

Sono una ragazza trentina, giornalista pubblicista, blogger e scrittrice



Back to Top ↑
  • Libri PDF Gratis

    Libri PDF Gratis

    nella nostra biblioteca sono presenti oltre 480 libri in pdf.

  • Pubblicità

  • Libreria

    Ottieni l'accesso segreto alla nostra libreria. Oltre 10 mila libri in pdf gratis ti aspettano ogni mese:
  • FanPage

  • Pubblicità

  • G+

  • Twitter