Musica sesso droga e calci in bocca

Inserito il 10 Aprile, 2016 | da Sergio Cimmino


Sesso, droga e calci in bocca di Renzo Stefanel

image_pdf

Tra i tantissimi volumi di storia del rock pubblicati negli ultimi tempi, il libro Sesso, droga e calci in bocca del critico e scrittore musicale Renzo Stefanel merita un attenta e approfondita attenzione per l’ottima ed avvincente stesura e trama dai tratti avventurosi e coinvolgenti raccolta in 38 storie ed aneddoti assemblata intorno alle vicende di autentiche leggende del rock e la sua fascinosa ed immortale storia.

Sesso, droga e calci in bocca. Storie del rock maledetto

Dopo i volumi su Lucio Battisti “Anima Latina” e “Ma cè qualcosa che non scordo” e quello dedicato alla Pfm “Storia di un minuto. Il primo disco di Pfm” l’autore torna con un volume che ripercorre dagli anni 60′ sino ai primi anni 8o’ i deliri, le paranoie, l’egocentrismo, e le follie di artisti e musicisti che con il loro innato senso artistico di genio e sregolatezza hanno rivoluzionato e cambiato il percorso della storia del rock.

sesso droga e calci in bocca

Se tutto partì dal blues (ancora oggi definita vera anima e colonna portante del primo rock’n’roll) con blues man come Robert Johnson che leggenda volle vendersi l’anima al diavolo (esempi sono brani come “Crossroads”) o dal primo vero vero e unico re del rock’n’roll Elvis Presley che nel 1957 infiammo’ una rivoluzione sessuale e culturale riposta nel suo movimento di bacino, l’autore attinge come genesi del suo libro il brano del 1977 “Sex,drugs e rock n’ roll” del ex pittore Ian Dury autentico manifesto culturale e inno a seguire delle generazioni che stavano cambiando.

Delirio e innovazione, peccato e ostentazione, lusso ed eccessi, il rock ha camminato e proseguito sempre il suo percorso in maniera autonoma e senza freni ma fedelmente ancorato a queste quattro caratteristiche che si evincono in volume che ci fa capire ed intuire attraverso storie e racconti inedite come sia stato sempre un ideale controcorrente ricco di ribellione e rabbia verso un certo sistema ed potere conformista.

Lasciando e abbandonando per un attimo la comune e talvolta stancante narrazione orale presente in tantissimi altri volumi a tema, Stefanel ci trasmetta tutto il vortice e l’energia della avventurosa storia del rock segnalandoci e descrivendoci perfettamente autentiche “chicche” e testimonianze di fatti poco noti, o semi-conosciuti accadute nel delirante mondo del rock. Si va dalle innumerevoli stanze e camere d’albergo sfasciate dal leggendario batterista degli “The Who” Keith Moon, dai leggendari e segreti libri e manuali di occultismo della coppia Lennon-Yoko Ono, delle oltre 60 donne nude presenti nella piscina del leader dei Led Zeppelin Robert Plant, da una leggendaria fellatio a bordo di una Bentley del musa dei Rolling Stones Anita Pallenberg, sino alle ossessioni infinte del genio dei Beach Boys Brian Wilson per i vegetali. In tutto il volume, pagina dopo pagina, aneddoto dopo aneddoto, il lettore viene trascinato in un vortice storico-musicale cadenzato dalla voglia di curiosità e passione trasmessa dall’autore stesso.

Come l’immaginario orologio del brano di Bill Haley “Rock around clock”, Stefanel con la sua scrittura precisa e attenta “circola” intorno alla storia del rock e ne supera ogni limite e barriera creando allo stesso tempo un “cerchio magico” fatto di competenza, ricerca e recupero di quelle che furono e sono tutt’oggi i dei dell’olimpo dannati ed immortali.

download pdf
image_pdf
Condividi:
Sesso, droga e calci in bocca di Renzo Stefanel Sergio Cimmino

Recensione

Voto LibriPDF:

3.7


User Rating: 3.1 (2 votes)

Tags: , ,


Autore recensione



Back to Top ↑