Napoleone Il Grande di Andrew Roberts

Condividi:

Articolo aggiornato giorno 10 Maggio 2024

Napoleone Il Grande di Andrew Roberts è un libro di quest’anno pubblicato da UTET. Ha 1062 pagine, nei formati cartaceo oppure ebook.

Napoleone Il Grande

napoleone il grande pdf copertina


Chi era davvero Napoleone Bonaparte? Ce lo racconta questo libro “Napoleone Il Grande” di Andrew Roberts che segue la vita di Napoleone da quando nacque in Corsica fino al tragico epilogo. Certamente fu un personaggio pieno di contraddizioni. La famiglia Bonaparte proveniva dall’Italia, dove ancora risiedeva il ramo principale della casata, ma viveva ad Ajaccio, in Corsica, dove Napoleone nacque nel 1769 da Carlo Bonaparte e da Maria Letizia Ramolino, che ebbero in tutto 13 figli di cui 8 raggiunsero l’età adulta.

Carlo in un primo momento fu dalla parte dell’indipendentista Pasquale Paoli, che voleva l’indipendenza della Corsica, per poi schierarsi invece con il re. Napoleone, come si evince dal libro, fu sempre molto protettivo con la sua famiglia: anche se non era il maggiore si considerava il capofamiglia, specie dopo la morte del padre a soli 38 anni, aiutava i fratelli nelle loro carriere, cercava i mariti “giusti” per le sorelle e si occupava che alla madre non mancasse nulla. Napoleone lasciò presto la Corsica per formarsi in Francia, dove fu istruito alla scuola militare. La prima contraddizione è l’amore-odio per la Francia, perché se da un lato lui si sente francese, dall’altro non rinnega le sue origini.

Napoleone Il Grande di Andrew Roberts svela diversi aspetti di questo personaggio, come la passione per la lettura e la scrittura, tanto che scrisse oltre 33 mila lettere, oltre a molti saggi e testi di vario genere. Si trovò in mezzo alla Rivoluzione francese, credeva nella possibilità di mettere da parte la monarchia ma non capì perché il re si fece umiliare così facilmente quando fu costretto ad indossare berretto e coccarda della Rivoluzione, né capì perché fu ghigliottinato, perché secondo lui lasciandolo in vita, solo così, la Rivoluzione si poteva esportare.

Amava le donne, ma le considerava esseri inferiori, era ossessionato dall’avere un erede e quando la prima moglie, Giuseppina, non potrà darglielo, la metterà da parte per sposare Maria Luisa d’Austria, dalla quale avrà un erede che però praticamente non vedrà mai, infatti crescerà a Vienna.

Napoleone prese il potere con la forza, fu un abile stratega militare e politico ma alla fine finì i suoi giorni solo ed in esilio. Per conoscere tutti gli aspetti di questa figura “Napoleone Il Grande” di Andrew Roberts è il libro giusto per approfondire la vicenda umana e politica di Napoleone.

Giovanni

Condividi:

Lascia un commento