La ragazza che giocava a scacchi ad Auschwitz di Gabriella Saab

Condividi:

Articolo aggiornato giorno 15 Maggio 2024

La ragazza che giocava a scacchi ad Auschwitz di Gabriella Saab è un libro edito quest’anno da Newton Compton Editori. Ha 448 pagine, disponibile cartaceo oppure ebook.

La ragazza che giocava a scacchi ad Auschwitz: la recensione

La ragazza che giocava a scacchi ad Auschwitz pdf


Siamo a Varsavia durante il secondo conflitto mondiale. Maria, una ragazzina polacca, insieme alla sua famiglia fa parte della Resistenza contro i nazisti. Affianca una ragazza più grande, di nome Irena, che la considera un po’ una palla al piede ma che nonostante questo la coinvolge nelle missioni per la Resistenza.

Un giorno Maria viene inaspettatamente fermata, interrogata e da lì inizierà il suo calvario: sarà mandata nel campo di concentramento di Auschwitz insieme ai genitori, alla sorella e al fratellino. Quando il treno si ferma, il padre le regala un pezzo degli scacchi fatto con la mollica di pane e mentre Maria cerca di ritrovarlo, quando le cade per terra, la sua famiglia scompare in fretta dalla sua vista.

Ne La ragazza che giocava a scacchi ad Auschwitz di Gabriella Saab Maria fa subito di tutto per trovare la famiglia, ma viene spinta in un’altra fila, mentre una prigioniera, mentendo per pietà, le spiega che ritroverà tutti più tardi. Maria viene mandata altrove e subito le condizioni del campo le appaiono inumane: il numero tatuato sul braccio, la nudità nello spogliarsi per infilarsi nelle uniformi a righe, la poca igiene, il cibo inesistente e, soprattutto, il senso di colpa.
Infatti nel libro “La ragazza che giocava a scacchi ad Auschwitz” di Gabriella Saab poco dopo il suo arrivo Maria vede un cumulo di corpi, uccisi al loro arrivo al campo. Tra loro i membri della resistenza polacca, tra cui riconosce tutta la sua famiglia.

Distrutta dal senso di colpa-erano stati mandati ad Auschwitz perché lei si era fatta catturare-capisce di essersi salvata per sbaglio, perché ha perso tempo a cercare la pedina che suo padre aveva fatto per lei. Conosce il vicecomandante del campo e arriva alla verità, ovvero che è stato proprio lui a trucidare tutti i suoi cari. Un uomo sadico che viene a sapere della bravura di Maria nel giocare a scacchi e che inizia con lei una partita, ogni volta che ne ha voglia. Maria gioca per sopravvivere, ma anche per vendicarsi. Intanto al campo arriva anche Irena e Maria, che vorrebbe disperatamente aiutarla, non può fare nulla se non confortarla prima che venga messa al muro.

La ragazza che giocava a scacchi ad Auschwitz di Gabriella Saab è il racconto di una ragazza che ha perso tutto, la famiglia, gli amici che aveva a Varsavia, altri come padre Kolbe conosciuto nel campo e che ha deciso di sopravvivere, a qualsiasi costo, per avere giustizia. Per un’ultima partita a scacchi, per avere la possibilità di avere una vita fuori dal campo, per dare scacco matto alla morte e a chi senza pietà ha trucidato la sua famiglia.


Ricevi libri gratis e sconti esclusivi in email
Abbiamo rilevato qualche problema
Complimenti e buona lettura!
Giovanni
Latest posts by Giovanni (see all)

Condividi:

Lascia un commento

Vuoi scaricare libri gratis?

X