Io sono l’abisso di Donato Carrisi

Condividi:

Articolo aggiornato giorno 23 Maggio 2024

Io sono l’abisso scritto da Donato Carrisi, edito da Longanesi e pubblicato il 23 novembre del 2020. Io sono l’abisso è un romanzo genere thriller. Lo scrittore lo definisce un viaggio nel buio che si trova in ognuno di noi. La parte nascosta in cui si celano segreti più profondi.

Io sono l’abisso: la recensione

io sono l'abisso pdf copertina


Io sono l’abisso. Sono le cinque meno dieci esatte. Carrisi scandisce l’ora per amplificare l’importanza delle cose che avvengono quando tutto tace di notte, in quel lago in cui si intravede l’orizzonte. E’ l’inizio di un nuovo giorno. L’uomo che pulisce inizia la sua giornata con la raccolta della spazzatura. Esso non prova disgusto nel farlo, ma sa che è necessario. E’ consapevole che in ciò che gettano via le persone si trovano i segreti più profondi.

Lui è in grado di interpretarli ed usarli, perché come loro anche lui nasconde un segreto. L’uomo che pulisce vive una vita ordinaria con ritmi ed abitudini consolidati, intervallati da rari e brevi serate speciali.

Egli non sa che da lì a breve le sue la vita ordinata sarà stravolta da quella ragazzina con il ciuffo viola che incontrerà. Proprio lui che viene definito come un essere invisibile, un’ombra percepita appena, che si trova ai margini del mondo; si troverà coinvolto nella inconfessabile realtà della ragazzina. Esso teme il rischio che qualcuno scopra chi è cosa realmente fa. Il pericolo che sente, ed ha sempre sentito sin da quando era bambino è quello di contrariare l’uomo che si nasconde dietro la porta verde.

L’uomo che pulisce non sa però che li fuori c’è già qualcuno che lo sta cercando: la cacciatrice di mosche. Lo scrittore vuole dare alla cacciatrice uno scopo, una missione: fermare la violenza cercando di salvare più donne possibili.

La cacciatrice è come una sorta di giustiziere persegue il suo obiettivo superando tutti gli ostacoli che si presentano. Né la sua pessima forma fisica, né la torbida fama che si porta dietro riuscirà a distoglierla dal suo intento.

Quando il lago dal suo fondo fa emergere una traccia, in questo momento la cacciatrice sa che è un messaggio che solo lei potrà comprendere. Adesso ha la conferma di ciò che deve fare: stanare l’ombra invisibile che si trova al centro dell’abisso.

Carrisi in questo thriller non vuole restituire giustizia, il suo intento è quello di dare al suo lettore ciò che vuole: un mostro.

Giovanni

Condividi:

Lascia un commento