Senza sangue di Alessandro Baricco

Condividi:

Articolo aggiornato giorno 9 Marzo 2016

Senza sangue è il quinto libro dell’autore Alessandro Baricco uno degli autori più ammirati nel paesaggio italiano della letteratura, nato nel 1958 ottenendo il suo debutto iniziale, come critico musicale di un testo su Rossini, e solo nel 1991 comincia a scrivere romanzi.

La storia di Senza sangue è basata su Nina la figlia di Mato Rujo proprietario di una fattoria.

Il libro si divide in due parti. Nella prima la storia si svolge in un paese dell’America Latina, nella fattoria dell’uomo, che si ritrova ad essere la vittima designata, di un gruppo di rivoluzionari, colpevole di una strage che aveva riguardato il loro capo in tempi addietro, uccidendo anche il figlio più piccolo, si salva invece solo una bambina che nascosta all’interno di una botola, si ritrova costretta ad assistere inerme a tutto quello che accade, proprio sotto i suoi occhi, gli occhi di una bambina!!!

Nella seconda parte invece, lo scenario è portato parecchio tempo in avanti, la bambina è oramai diventata una donna matura, ed è in cerca da molto tempo di un uomo, che fà parte del suo passato.

Quell’uomo, Tito, è il suo benefattore che parecchi anni indietro, si, proprio quel giorno, mentre era rinchiusa in quella botola, gli aveva salvato la vita, facendo finta di non vederla.

Incontratosi per un caffè insieme,  per poter parlare e ricordare il passato, fino ad arrivare a parlare di quel maledetto giorno, che comunque inesorabilmente ha segnato la vita di entrambi.

Alla fine Nina invita l’uomo in un albergo a fare l’amore, ritrovandosi nuovamente ad assumere quella stessa posizione che l’aveva vista rannicchiata quel maledetto giorno in quella botola, risparmiandola alla morte.

Alessandro Baricco in questo libro riesce a indurre tutti i lettori,  che si apprestano a leggere queste pagine, a leggerlo e a divorarlo tutto in una volta, trasportandoli anche loro, in quel luogo, dove ognuno di noi ha visto spezzarsi un legame, il legame con i propri sogni.

Alessandro Baricco decide di usare un termine abbastanza diretto, senza usare mezze misure e giri di parole, usa come sempre il suo stile,  cioè la capacità di raccontare le vite dei personaggi come se stesse raccontando degli scatti, delle immagini, senza per questo rendere il racconto, freddo e distaccato, ancora, riesce a delineare i suoi personaggi in maniera molto essenziale, ma al contempo stesso, il lettore viene rapito, e riesce incredibilmente a interpretare di questi personaggi ogni minima loro emozione, o addirittura, quanto turbamento ci può essere rinchiuso dentro un silenzio o in uno sguardo, tutto seguendo sempre le linee di uno stile elegante e sobrio.
[alert type=”black”]Senza sangue Kindle[/alert]

libri pdf bottone

[alert type=”black”]Senza sangue Libro[/alert]

libri pdf bottone
Il Libraio PDF

Condividi:

Lascia un commento

Per continuare su libripdf.com devi disabilitare il tuo blocco di pubblicità