Figlia della cenere di Ilaria Tuti

Condividi:

Articolo aggiornato giorno 18 Maggio 2024

Figlia della cenere di Ilaria Tuti, edito da Longanesi e pubblicato il 3 Giugno del 2021. Composto da 350 pagine, disponibile in formato audio, ebook, kindle e cartaceo.

Figlia della cenere: la recensione

Figlia della cenere, è un thriller, in cui ritroviamo protagonista Teresa Battaglia, il commissario, che lotta contro il crimine in prima persona, affrontando molte sfide, alcune giunte dal passato e altre dal presente. Riuscirà ad arrivare in fondo alla questione? La storia è intrisa di spietatezza e compassione, di crudeltà e lealtà, di menzogna e gentilezza. Un’indagine molto pericolosa aspetta Teresa, che determinerà la fine di un epoca, forse l’inizio di una nuova.

figlia della cenere pdf


Il commissario Teresa Battaglia, questa volta dovrà affrontare un caso molto pericoloso è difficile, soprattutto perché riguarda lei in prima persona.

Il libro è strutturato su due piani temporali: quello presente che vede Teresa e Massimo, è quello che riguarda il passato di Teresa. Ritornando indietro di ben ventisette anni, riusciremo a comprendere chi era il commissario Battaglia, e ciò che gli è successo per farla diventare come oggi la conosciamo.

Un pluriomicida, reo confesso, chiede di parlare con il commissario Teresa Battaglia, solo esclusivamente con lei. Teresa si reca in carcere, per ascoltare ciò che ha da dire Giacomo Mainardi, un cinquantenne dal fisico asciutto e dai capelli color argento, che dopo ventisette anni di carcere è riuscito misteriosamente ad evadere, riconsegnandosi dopo poco tempo alla giustizia. Il commissario si presenta in compagnia del fidato ispettore Massimo Marini, oltre ad essere il suo braccio destro, è anche la persona a cui si deve affidare, dopo la brutta avventura dell’ultima indagine; non dimenticando che il morbo di Alzheimer, che l’ha colpita ormai da tempo, le sta togliendo lentamente l’autonomia, è Marini è per lei come un figlio.

Il detenuto, serial Killer le riferisce, che durante il periodo di latitanza, dopo evasione, è stato contattato per uccidere un uomo anziano è che il corpo adesso non si trova più, è lui sentendosi braccato e per non rischiare di essere ucciso ha deciso di consegnarsi alla polizia, perché in carcere sarebbe stato al sicuro.

Teresa si domanda, dove è andato a fine il corpo? E’ tutto vero ciò che racconta Mainardi? Purtroppo per sapere la verità Teresa Battaglia dovrà tornare indietro a ventisette anni fa, in cui Giacomo era solo un ventenne, e lei seguiva il caso di serial Killer che uccideva uomini anziani, sventrando i cadaveri e asportando parti delle ossa o falangi. Un metodo efferato e macabro, in cui l’omicida lasciava di indizi e messaggi che riconducevano alle vittime.

Anche se il commissario è pronto a lasciare le redini al fidato Marini, per risolvere l’enigma che gli presenta Mainardi, dovrà stringere i denti facendo i conti con l’inferno passato, doloroso che non ha mai raccontato a nessuno.

Figlia della cenere, è il nuovo thriller tanto atteso della scrittrice Ilaria Tuti, che ci ha fatto emozionare, sorprendere a appassionare e innamorare, del commissario Teresa Battaglia. Una donna forte, ma fragile allo stesso tempo capace di mettersi in gioco anche quando la malattia la mette di fronte ai suoi continui vuoti di memoria. Dallo straordinario intuito che le permette di arrivare sempre in fondo alla soluzione.

Oggi deve fare i conti con un passato che ritorna, per lei rappresento come un periodo pieno di dolore difficile da superare. E se da un lato ci viene offerta l’immagine di una donna che deve combattere un sistema del tutto maschilista, dall’altro le difficoltà che un disabile, ogni giorno incontra: il chiedere aiuto a Marini, un messaggio positivo e di rinascita.

Un libro brutale che incontra la gentilezza e la delicatezza caratterista della donna.

Giovanni

Condividi:

Lascia un commento