Letteratura e Narrativa

Inserito il 4 agosto, 2018 | da Rosanna Campanella

0

Non dirmi che hai paura di Giuseppe Catozzella

Non dirmi che hai paura di Giuseppe Catozzella prende spunto da una storia vera la storia di Samia Yusuf Omar, un’atleta di Mogadiscio, grazie al suo talento riesce a partecipare alle olimpiadi di Pechino 2008. Per una donna della Somalia non è semplice arrivare ad un traguardo del genere.

Non dirmi che hai paura: la trama

Quando arriva alla gara si accorge che è diversa delle altre atlete, il suo corpo è diverso, capisce subito che c’è un abisso tra loro e lei, quando la gara ha inizio lei è ultima, il distacco con le altre è evidente, ma succede una cosa strana, tutti si alzano ad applaudirla, perché lei è il simbolo del riscatto e dell’emancipazione.

non dirmi che hai paura retro

Per lei la corsa è la sua vita, decide in quel momento che deve fare di più, deve trovare dei veri allenatori, fino a quel tempo lei si era allenata praticamente da sola senza una vera preparazione atletica, decide di intraprendere un lungo viaggio, vuole raggiungere la sorella in Europa e trovare un allenatore per poter diventare una professionista, lei le prossime olimpiadi le vuole vincere.

Ma è sfortunata, il suo viaggio della speranza si trasforma nel suo ultimo viaggio, ci mette 18 mesi per raggiungere le coste libiche, è stremata parte comunque con un barcone di migranti, ma fa naufragio al largo di Malta e nel 2012 muore annegata.

In questo libro l’autore ripercorre la sua vita, raccontandola in prima persona, è una storia di riscatto, una donna nata nel posto sbagliato, un luogo dove le donne hanno pochissimi diritti, lei grazie il suo talento e la sua dedizione è arrivata alle olimpiadi, non ha vinto nulla ma ha vinto contro la vita, questo è stato capito dal pubblico ed è per questo è stata acclamata come una eroina.

Lei era un simbolo per le donne musulmane.

In questo particolare periodo storico in cui prevale l’odio per questa gente che disperatamente cerca di raggiungere le nostre coste, questo libro ridà identità a queste persone.

La storia di Samia forse ci aiuterà a comprendere meglio queste persone nella speranza di trasformare l’odio in compassione.

Giuseppe Catozzella grazie alla sua sensibilità è riuscito a proiettarci in un mondo che tendiamo ad ignorare.

Non dirmi che hai paura kindle

clicca sul bottone in basso se sei interessato al libro Non dirmi che hai paura in formato kindle

download kindle

Non dirmi che hai paura libro

clicca sul bottone in basso se sei interessato al libro Non dirmi che hai paura in formato libro

download libro

Non dirmi che hai paura pdf

clicca sul bottone in basso se sei interessato al libro Non dirmi che hai paura in pdf

Condividi:
Non dirmi che hai paura di Giuseppe Catozzella Rosanna Campanella

Recensione

Voto LibriPDF:

5


Tags: , , , , ,


Autore recensione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑